Come preparare una tarte alla frutta facile facile

0

Uno dei dolci più buoni in assoluto anche uno dei più semplici. Infatti, la semplicità vince sempre. Preparare una crostata alla città è molto più facile di quello che pensi grazie a semplici trucchi e soluzioni ideale se non sei molto abile nella pasticceria, come spiegato di seguito.

L’occorrente per la crostata

Per preparare una tarte alla frutta facile ti bastano pochi ingredienti come una base di pasta frolla già pronta che trovi in pasticceria oppure nei grandi supermercati. Occorrono anche una bagna come un succo di frutta, preparati per creme fredde, preferibilmente alla vaniglia o crema pasticciera e della frutta fresca.

Come procedere

Per realizzare la tua crostata bastano pochi e semplici passaggi e avrai una torta perfetta per una merenda con i fiocchi o anche concludere un pasto. È anche una torta di compleanno perfetta per festeggiare. Bagna leggermente la base di pasta frolla. Puoi usare uno succo di frutta se il dolce è per i bambini oppure con un analcolico alla frutta se è per adulti.

Ora ti basta stendere uno strato generoso e abbondante di crema fredda. Lasciar riposare il tuo dolce in frigorifero prima di decorarla con la frutta fresca per almeno 3 – 4 ore in maniera che la crema si rassodi e non finisca dappertutto al momento del taglio del dolce.

Decorare con la frutta

Per prendere il dolce bello da vedere oltre che buonissimo, l’ultima cosa che devi fare decorare con la frutta. Scegli sempre e solo frutta fresca. Evita di aggiungere troppi fronti diversi perché altrimenti il tuo dolce assume un aspetto retrò anni 80. L’ideale sarebbe utilizzare solo frutto come le fragole oppure frutti misti di bosco. Oggi la moderna pasticceria preferisce frutta intera piuttosto che tagliata pezzetti.

Puoi distribuire alla frutta il modo abbastanza casuale non troppo studiato e geometrico. Una volta si distribuiva sopra alla frutta fresca della gelatina ma oggi non si usa più. Ti basta una spolverata leggera di zucchero a velo che devi aggiungere appena prima di servire il tuo dolce.

CONDIVIDI
Articolo precedentePro e contro dei camini a legna