Hai sempre usato gli auricolari cablati…

Ma ora, che devi comprarne un paio nuovo, ti chiedi se valga la pena spendere di più per acquistare un modello wireless o se conviene continuare con i cavetti.

Quelli con Bluetooth non si aggroviglieranno come i vecchi, ma riuscirai a ricordarti sempre di caricarli?

Inutile darsi pena: qui sotto troverai tutti i pro e i contro degli auricolari con fili e wireless.

Leggi fino alla fine: potrai valutare in base alle tue preferenze ed esigenze!

Indice

Pro dei modelli con i fili

Cominciano dai vantaggi degli auricolari con fili, che vincono sotto i seguenti aspetti.

Prezzo

Gli auricolari con fili sono più economici rispetto a quelli con wireless. Se hai un certo budget, acquistando un modello senza fili otterrai prestazioni standard. Se, per lo stesso prezzo, compri un modello cablato, invece, avrai altre funzioni extra, come maggiore potenza, più resistenza, impermeabilità, la tecnologia di cancellazione del rumore, una qualità audio maggiore, ecc.

Batteria

A differenza dei modelli con fili, gli auricolari wireless devono essere ricaricati. Dunque, oltre a pensare alla batteria dello smartphone o a quella del lettore mp3, se vuoi ascoltare musica, mentre sei fuori casa, devi pensare anche alla loro. Molte persone se ne dimenticano e, quando si rendono conto di non poterli usare, desiderano avere con sé il buon vecchio paio cablato.

Resistenza

Più un dispositivo è complesso, più è delicato. Lo stesso vale anche per gli auricolari wireless. Rispetto a quelli cablati, i wireless contengono molti più sistemi interni, oltre alla batteria. Questo significa che potrebbero rompersi con più facilità, se cadessero per terra. Il fatto che non abbiano fili che li colleghino a un dispositivo può dare l’impressione che siano anche meno sicuri rispetto alla controparte cablata.

Pro dei modelli senza fili.

Vediamo, ora, sotto quali aspetti i modelli wireless battono i cablati.

Libertà di movimento

I cablati ti costringono a stare vicino al dispositivo. Se devi allontanarti, devi toglierli o staccarli dalla fonte. Con gli auricolari wireless non hai questo problema. Puoi alzarti quando vuoi e cambiare stanza, mentre parli su Skype o ascolti un film. La libertà di movimento è il motivo per il quale sono diventati la tipologia preferita da chi pratica sport.

Praticità

Non avendo fili, gli auricolari senza fili non si aggrovigliano, non s’impigliano, non si inceppano tra i vestiti e non ingombrano. Sembra niente, ma molti utenti sono stati ben lieti di poter ascoltare musica immediatamente, senza perdere ore a sbrogliare gomitoli di cavi. Con un paio con i fili sai già quanto tutto questo accadrà frequentemente.

Compatibilità

Gli auricolari con fili possono essere inseriti soltanto nei dispositivi con jack ma, come già detto, il cavo costringe a stare vicino alla fonte audio. Le stesse fonti – almeno le più moderne – hanno quasi sempre anche la connessione wireless. Quelli senza fili possono connettersi ugualmente e consentire all’utente di allontanarsi dalla fonte quanto desidera.

Conclusioni

C’è ancora un altro aspetto che manca, ma non è così rilevante, a meno che tu non sia un esperto musicista o un audiofilo altamente esigente. Si dibatte sul fatto che gli auricolari senza fili rendano una qualità del suono inferiore. Questo è percettibile se si acquista un modello di scarsa qualità, ma diventa una differenza minuscola se parliamo di modelli di buona qualità

Dunque, i pro e i contro degli auricolari con fili e wireless si eguagliano e dovresti decidere in base alle tue preferenze. Potresti acquistare comunque un modello senza fili e testare tu stesso la differenza con i cablati che hai provato fino ad ora. Se l’idea ti piace, acquista huawei freebuds pro 2.