La sicurezza, come sappiamo, si trova sempre al primo posto tra gli elementi da considerare in un progetto di costruzione o ristrutturazione di un ambiente abitativo, e i vetri rappresentano una parte molto importante di un sistema di protezione efficace.

 

Il vetrocamera antisfondamento è senza dubbio un ottimo metodo per difendere la propria casa o l’ufficio dai tentativi di intrusione, indispensabile anche qualora sia presente un sistema di allarme o di videosorveglianza. La presenza di finestre adeguatamente protette è da raccomandarsi anche per chi trascorre lunghi periodi di assenza, lasciando la casa incustodita.

 

Talvolta, soprattutto per chi abita ad un piano basso o per le residenze indipendenti con aree esterne, giardini e terrazzi, può essere utile aggiungere anche un’inferriata dotata di serratura di sicurezza.

 

Indice

Cosa è un vetrocamera antisfondamento

 

Le vetrate antisfondamento offrono una notevole resistenza nei confronti di eventuali tentativi di apertura forzata, con la possibilità di scegliere la categoria più adatta in base alle proprie esigenze di sicurezza.

 

I vetri di sicurezza possono essere destinati a proteggere da eventuali infortuni e incidenti, dagli atti vandalici o dalle rotture accidentali, dalle effrazioni e dai tentativi di sfondamento con oggetti contundenti. Esistono inoltre lastre di vetro in grado di resistere ai colpi di arma da fuoco, utilizzate spesso in ambienti professionali dove si trovano oggetti di valore, denaro o documenti.

 

Per offrire una funzione di questo tipo, il vetro viene realizzato con una struttura a strati, nella quale si alternano lastre di vetro a materiali plastici e polimerici. Il numero degli strati è variabile e determina lo spessore, in relazione alle caratteristiche di sicurezza desiderate. La realizzazione dei vetri antisfondamento è piuttosto complessa e deve essere conforme a norme ben precise, oltre ad essere idonea all’ambiente di destinazione.

 

Dove è raccomandata la presenza del vetrocamera antisfondamento

 

I vetri stratificati permettono di evitare, o comunque di contenere, i danni causati da tentativi di sfondamento e di rottura effettuati utilizzando mazze, spranghe, pietre e altri oggetti dal potere contundente. Dove necessario, è possibile installare, come abbiamo detto, i vetri antiproiettile, in genere si tratta di un’esigenza che riguarda le banche, le gioiellerie, gli uffici in cui sono custoditi valori e documenti, tuttavia potrebbe trattarsi anche di un’abitazione.

 

Per chi abita in zone isolate e periferiche o in quartieri poco sicuri, chi è spesso assente da casa e chi possiede una residenza circondata da un giardino piuttosto ampio, è consigliabile montare vetri di sicurezza che possano resistere anche ai colpi di arma da fuoco.

 

Caratteristiche basilari per le finestre antieffrazione

 

Un’intrusione nella propria casa, oltre allo spavento, può provocare danni economici considerevoli, dovuti sia agli oggetti e ai beni sottratti che a danni e manomissioni. La maggior parte delle intrusioni, soprattutto per chi abita in una villa o comunque in una residenza indipendente, avviene spesso attraverso le finestre,

 

Le finestre antieffrazione sono quindi un ottimo sistema per proteggersi dai tentativi di intrusione, dai furti, dai vandalismi e permettono di vivere con maggiore tranquillità e comfort.

 

Per potenziare l’effetto del vetro, è utile l’aggiunta di persiane blindate e inferriate di sicurezza.